Vai al contenuto
SPEDIZIONE GRATUITA A PARTIRE DA 39 €

Come capire se un gatto è maschio o femmina

Come capire se un gatto è maschio o femmina

Come capire se un gatto è maschio o femmina

Hai appena adottato un gattino carino e non sai se è maschio o femmina? Non preoccuparti, quando i gatti sono piccoli, è molto difficile distinguere il loro sesso. Tuttavia, se guardi da vicino, puoi scoprirlo. Nell'articolo di oggi ti insegniamo come capire se un gatto è femmina o maschio analizzando i suoi genitali.

Come sapere se un gatto è femmina o maschio analizzandone i genitali

Quando i gattini sono molto piccoli, la loro area genitale è ancora sottosviluppata. Per questo motivo, a volte non è facile differenziare una gatta da un maschio. Di seguito spieghiamo come sono i genitali in ciascuno dei casi.

Come sono i genitali di un gatto maschio?

L'area genitale di un gatto maschio è costituita dall'ano, dal pene e dallo scroto:

  • Il sacco scrotale è rivestito di peli e contiene i testicoli. Sebbene in età adulta raggiungano le dimensioni di una ciliegia, nei gattini i testicoli sono molto piccoli, come il nocciolo di un'oliva.
  • Il pene si trova appena sopra i testicoli, circondato da un mucchio di peli. Puoi vedere come esce tra le cosce del gatto.
  • Negli esemplari adulti l'ano è separato di circa tre centimetri dal pene. Nei cuccioli, questa distanza è minore.

Come sono i genitali di una gatta?

Nell'area genitale di una gatta si distinguono l'ano e la vulva:

  • L'ano si trova appena sotto la coda ed è molto facile da riconoscere.
  • La vulva ha l'aspetto di una piccola fessura verticale ed è posizionata a circa un centimetro dall'ano.

Come differenziare maschio e femmina nei gatti?

Ora sai che aspetto hanno i genitali di un gatto maschio e di una femmina. Se ancora non sai come capire se un gatto è femmina o maschio, solleva la coda del tuo amico felino e analizza la forma della sua area perineale:

  • Se è femmina: troverai una piccola fessura verticale che si estende fin quasi all'ano. Riguarda la vulva.
  • Se è maschio: circa un centimetro sotto l'ano, vedrai una piccola apertura. Questo è il prepuzio, sotto il quale troverai il sacco scrotale con due piccole protuberanze, che sono i testicoli.

È vero che i gatti tricolore sono sempre femmine?

Quando un gatto ha il pelo nero, bianco e arancione, c'è più del 90% di probabilità che sia una femmina. Ciò è dovuto ad una conseguenza genetica, poiché i cromosomi determinano il colore del mantello. Nei mammiferi, il sesso femminile è associato alla combinazione dei cromosomi XX e il sesso maschile con i cromosomi XY. Ebbene, nei gatti, il colore marrone-arancione è legato al cromosoma X. In alcuni casi, questo cromosoma può avere un allele per il colore nero (un allele è ciascuna delle opzioni in cui un tratto può manifestarsi). Pertanto, l'unica possibilità che gli alleli arancione e nero si presentino insieme nello stesso esemplare e appaiano combinati con quello bianco è che ci siano due cromosomi X. Cioè che il gatto sia femmina: XX.

Dal canto loro, i gatti maschi, essendo XY, possono avere due toni, ma non tre. L'unica eccezione è nei campioni che hanno la sindrome di Klinefelter. Questa alterazione genetica fa sì che i mammiferi nati con essa abbiano un cromosoma X in più. Cioè, invece di essere XY, sono XXY e, quindi, possono essere tricolori senza essere femmine.

Ci auguriamo che con questa guida di base su ""come sapere se il mio gatto è femmina o maschio"" tu sia riuscito a scoprire il sesso del tuo gattino. In ogni caso, se hai ancora dei dubbi a riguardo, puoi sempre chiedere al tuo veterinario. Oltre a spiegarti come distinguere tra gatti maschi e femmine, ti darà alcuni suggerimenti su come prenderti cura del tuo simpatico gattino.

Lascia un commento